SETTIMANA DELL'EDUCAZIONE FINANZIARIA 3/5 - I MOMENTI CHE CONTANO

Ogni momento della tua vita è importante ed unico, ce ne sono alcuni però che meritano particolare attenzione perché ti richiedono di prendere decisioni importanti che potrebbero cambiare il proseguo della tua vita e quella dei tuoi cari.


- I PRIMI SOLDI

Da un primo lavoretto stagionale o frutto di regali ricevuti nelle tradizionali ricorrenze, ti ritrovi le prime somme di denaro; il primo passo da compiere è imparare a gestire queste somme, piccole o grandi che siano, sin da subito.

Da una parte potresti dire che è giusto godersi un po’ la vita e togliersi qualche sfizio con i primi soldi guadagnati, e di questo ne sono io il primo sostenitore, ma dall'altra devi anche essere consapevole delle tue possibilità ed iniziare a pianificare, perché le cose che oggi ti sembrano distanti potrebbero realizzarsi prima di quanto tu pensi.

Inizia sin da subito a distinguere i bisogni dai desideri, perché questi ultimi potrebbero togliere risorse necessarie alle cose che davvero sono importanti per te.

Monitorare entrate ed uscite ti aiuterà a capire quando e quanto poter spendere o meglio ancora come risparmiare denaro da utilizzare per progetti futuri!

Per gestire i tuoi primi soldi ed iniziare a risparmiare ci sono diversi modi e strumenti: uno di questi è il conto corrente che ti permette di non dover girare con denaro contante, ma di aver la possibilità comunque di fare acquisti e pagamenti (sia fisici che online) attraverso la carta bancomat, un bonifico o un assegno se le cifre sono più elevate. Alternativa al conto corrente potrebbe essere una carta prepagata preferibilmente che sia dotata di un suo codice IBAN.


- FINALMENTE UN LAVORO

Hai finalmente raggiunto una stabilità economica grazie ad un nuovo lavoro più stabile, concreto e duraturo. Proprio in questo momento, sarebbe opportuno per te iniziare a pensare che in futuro potresti avere necessità di cui oggi non ne vedi neanche l’ombra. Approfitta dell’aumento delle tue entrate finanziarie ed inizia ad accantonarle per far fronte ai tuoi progetti di vita o per affrontare spese impreviste.

Se sei un dipendente entro sei mesi dall'assunzione dovrai affrontare già una scelta fondamentale che cambierà enormemente il tuo futuro, dovrai decidere se destinare il tuo TFR ad una forma di previdenza complementare (scelta consigliata) o se lasciarlo in azienda / INPS a seconda del numero dei dipendenti dell’azienda per la quale lavori.

Se invece decidi di avviare una tua attività autonoma, l’apertura della partita IVA sarà il primo passo da compiere che ti implicherà una serie di accorgimenti tra cui l’accantonare somme per far fronte agli obblighi fiscali e previdenziali o per avere ossigeno in caso di battuta d’arresto dell’attività.

In entrambi i casi, anche se più forte in caso di attività autonoma, sarà comunque fondamentale iniziare a tutelarsi da una potenziale mancanza di reddito per problemi di salute o cessazione improvvisa della propria attività lavorativa.

Oltre al conto corrente, che probabilmente avrai già aperto, dovrai iniziare a valutare strumenti di previdenza integrativa (sia con una contribuzione propria che con il TFR se sei un dipendente), piani di accantonamento per iniziare a risparmiare somme da destinare a progetti futuri e polizze assicurative per tutelarti da imprevisti sia lavorativi (polizza responsabilità civile) che salutari (polizze infortuni e malattia).


- L’ACQUISTO DELLA CASA

Comprare una propria casa continua ad essere per noi italiani un obiettivo importante, anche se a volte sottovalutiamo la possibilità di altre forme (affitto, leasing…) che potrebbero tornare utili se la tua attività lavorativa ad esempio ti implicasse di dover cambiare città o addirittura nazione.

Resta il fatto che l’acquisto o la ristrutturazione di una casa implica dei costi notevoli sia nell'affrontare questa spesa iniziale che nel mantenerla e gestirla nel tempo; ecco perché è una scelta che dovresti ponderare bene prima di realizzarla.

Se nel tempo hai accantonato denaro potresti utilizzarlo parzialmente ed implementare la parte mancante attraverso forme creditizie come il mutuo ipotecario. Ovviamente in base al tasso vigente al momento della richiesta potrebbe essere finanziariamente più conveniente aumentare l’indebitamento a fronte di rendimenti sui tuoi risparmi maggiori rispetto al tasso negativo del mutuo. Inoltre, sempre in base al momento storico ed economico, potrebbe essere più opportuno un mutuo a tasso fisso piuttosto che variabile o viceversa.

Confronta più preventivi che puoi, facendo particolare attenzione al TAN (Tasso annuo nominale) cioè il tasso di interesse puro che viene applicato al mutuo ed al TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) che ingloba il TAN più tutte le spese accessorie e contrattuali previste dal mutuo comprese le eventuali polizze assicurative (è obbligatoria solo quella che copre da incendio e scoppio mentre resta facoltativa quella sulla vita o sul mancato reddito).

Valuta bene il rapporto rata / reddito: è consigliabile che la sommatoria di tutte le rate che paghi e pagherai (mutuo, eventuali finanziamenti per mobili, elettrodomestici, apparecchi elettronici…) non superi il 35% del tuo reddito netto. Questo ha lo scopo di non farti mai arrivare con l’acqua alla gola e poter sempre far fronte agli impegni presi senza dover andare incontro a spiacevoli inconvenienti.


- UNA NUOVA FAMIGLIA

Quasi sempre vicino alla scelta di acquistare o ristrutturare casa c’è anche quella di iniziare una convivenza o di contrarre matrimonio. Tutte le scelte finanziarie che prima riguardavano solo te ora invece riguarderanno voi!

E’ importante individuare le priorità e gli obiettivi della nuova famiglia, perché probabilmente ci saranno due entrate ma raddoppieranno anche le uscite. Sarebbe buona cosa che riusciste a tenere contabilità delle entrate e delle uscite familiari (ci sono Banche come la mia che offrono questo bilancio automaticamente nel proprio internet banking) al fine di poter capire quanto riuscite a risparmiare per i vostri progetti futuri; a tal scopo potrebbe essere utile pensare di aprire un conto corrente cointestato dove poter anche far domiciliare bollette e pagamenti vari.

Andando a vivere insieme oltre a cambiare gli obiettivi di investimento cambia anche il modo di pensare, non sei più solo/a; soprattutto se l’acquisto della casa è stato fatto attraverso un mutuo sarebbe opportuno che iniziassi a pensare di tutelare te stesso/a ed il/la partner attraverso strumenti assicurativi che possano intervenire in caso di mancanza di reddito, di problemi di salute che non consentono il proseguo dell’attività lavorativa o peggio ancora in caso di scomparsa prematura.

Sono rischi che purtroppo ognuno di noi corre, e le polizze assicurative hanno proprio questo scopo: trasferire questo rischio ad altri che, dietro pagamento di una piccola somma, ci proteggono ed intervengono in caso di grandi e gravi problemi.


- L’ARRIVO DEI FIGLI

Ora non siete più in due, l’arrivo di un figlio oltre all'enorme felicità porta con se anche l’affrontare nuove spese quotidiane (a volte anche molto elevate) e il pensare anche al suo futuro. Sembrerebbe prematuro ma pensare già alla sua educazione e formazione renderebbe uno sforzo enorme molto più assimilabile.

Risparmiare per tuo figlio implica due aspetti dai quali non puoi prescindere: il primo è la tempestività, parti il prima possibile, il tempo gioca a tuo favore e puoi iniziare anche con piccole somme. Se sei già partito da tempo benissimo, cerca di mantenere quelle somme e falle crescere; il secondo è la continuità, un impegno costante che sia alla tua portata ti permette di non accusare al momento il venir meno di quella disponibilità e di ritrovarti nel tempo un buon capitale.

Esistono vari strumenti per risparmiare e gestire i capitali già accumulati, non esiste il miglior investimento per tutti! Avere chiare le tue esigenze, i tuoi obiettivi e pianificare è quanto di meglio tu possa fare come investimento!

Un professionista che svolge la mia attività può guidarti ed aiutarti nella scelta del mezzo più idoneo a te!


- LA PENSIONE

I figli sono cresciuti ed hanno ormai preso la loro strada. Dopo tanti anni di lavoro è tempo di iniziare una nuova vita per te. Il tempo diventa ancor più prezioso e lo puoi dedicare ai tuoi familiari, ai tuoi interessi o per intraprendere nuove strade…

Il nuovo tempo porta con se anche nuove necessità, con l’allungamento delle aspettative di vita la fase della pensione dura di più ed una quota sempre maggiore del tuo patrimonio potrebbe essere destinata ad eventuali spese impreviste.

Devi innanzitutto fare il punto su tutto il tuo patrimonio e le risorse finanziarie su cui puoi contare, continuando comunque a gestire bene le tue entrate. Lo scopo è quello di tutelare maggiormente i risparmi di una vita per evitare che possano essere erosi da operazioni sbagliate o troppo rischiose.

E’ bene prestare attenzione agli strumenti già detenuti in portafoglio e quelli che si vogliono sottoscrivere, una buona diversificazione è sempre l’arma migliore.

Qualora tu avessi degli eredi (figli, nipoti…) è opportuno che tu inizi a pianificare sin da subito anche il passaggio del tuo patrimonio a questi. Questa operazione ti consentirebbe di avere libera scelta su quanto e a chi destinare il frutto dei sudori di una vita e consentirebbe a chi poi li riceve di non doversi vedere questi frutti enormemente colpiti da imposte. Sottoscrivere un testamento olografo non è difficile e soprattutto è gratis. In alternativa puoi optare per la scelta di un notaio che certifichi le tue volontà.

Come posso esserti utile? Per una prima consulenza, scrivimi!

ti contatterò entro massimo 24 h per concordare data e luogo dell'appuntamento