Vai al contenuto principale

Posso finalmente ufficializzare il mio nuovo progetto: sostenere la bellissima realtà ciclistica del “Pedale Aguglianese”.

È un’associazione sportiva dilettantistica con sede ad Agugliano, che quest’anno compirà 50 anni di attività. Ho scelto il “Pedale Aguglianese” perché attivo nel cicloturismo, quello che per me rappresenta al meglio lo spirito della bicicletta e perché questa associazione ha una particolare attenzione ai giovanissimi, che vengono avvicinati ancor di più alle due ruote pur sempre nel divertimento e nei valori più puri dello sport.

Cosa mi ha spinto a scegliere il ciclismo?

L’ho scelto perché è il mio sport amatoriale (seppur, tra famiglia e lavoro, trovo difficilmente il tempo per una bella pedalata), perché le due ruote mi hanno sempre dato emozioni bellissime a qualsiasi età e perché ciclismo e finanza hanno molte più cose in comune di quanto tu possa pensare!
La prima in assoluto è il rapporto fatica e risultato: nel ciclismo non esistono risultati senza fatica ed impegno, in finanza in egual modo non esistono risultati senza la fatica di una buona programmazione ed una congrua dedizione; nel ciclismo, così come in finanza, i risultati non arrivano dall’oggi al domani, si costruiscono nel tempo; una bella pedalata porta ad un maggior benessere fisico, anche una buona gestione del tuo denaro ti porta ad un maggior benessere; in bici, così come nei mercati finanziari, puoi incontrare salite e discese ma se hai lo sguardo puntato al traguardo saprai che sono semplici “tappe” di cui ne è pieno il percorso.

La vita, diceva Einstein, è come andare in bicicletta, per restare in equilibrio devi muoverti! Questa metafora la potresti usare benissimo anche con la finanza e la gestione del tuo patrimonio: facendolo “restare fermo” non andrà da nessuna parte!

Il ciclismo è un’attività sportiva che tutti abbiamo fatto… probabilmente da bambino anche tu avrai ricevuto tanti regali, ma sono sicuro che uno di quelli che ricordi meglio e con più gioia è proprio la tua prima bici! La mia era nera e marrone con le ruote bianche. Se la ripenso a confronto con la prima bici comprata recentemente a mio figlio sembrano passate 10 ere… le bici sono enormemente cambiate nel corso degli ultimi decenni eppure qualcosa è rimasto sempre invariato nel tempo: le emozioni provate in sella sono le stesse per tutti i bambini di ogni era, che pedalata dopo pedalata scoprono il mondo e vedono cose uniche, che diversamente non avrebbero conosciuto.
Vorrei concludere questo scritto condividendo con te questa bellissima citazione, che riassume cosa sia stato il ciclismo per Marco Pantani:

“Il ciclismo a me piace perché non è uno sport qualunque. Nel ciclismo non perde mai nessuno, tutti vincono nel loro piccolo, chi si migliora, chi ha scoperto di poter scalare una vetta in meno tempo dell’anno precedente, chi piange per essere arrivato in cima, chi ride per una battuta del suo compagno di allenamento, chi non è mai stanco, chi stringe i denti, chi non molla, chi non si perde d’animo, chi non si sente mai solo. Tutti siamo una famiglia, nessuno verrà mai dimenticato. Chi, scalando una vetta, ti saluta, anche se ti ha visto per la prima volta, ti incita, ti dice che “è finita”, di non mollare. Questo è il ciclismo, per me.”

Powered by

Logo Promobulls
Area riservata